Uomini e Donne, lutto per l’ex tronista Carla Velli: ex compagno trovato morto

Dramma per la ex tronista Carla Velli: qualche giorno fa il suo ex compagno è stato trovato morto nella stanza di un ostello in cui stava soggiornando

Aiutaci a mantenere online questo quotidiano

Dramma per la ex tronista di Uomini e Donne Carla Velli: come riportato dalla cronaca, è stato trovato morto il suo ex compagno e padre di suo figlio, Matteo Voltolina.Conosciuta al pubblico di Canale 5 per essere stata la scelta di Francesco Arca, la Velli ebbe con l’attore una relazione durata pochi mesi che, poi, la riportò negli studi televisivi Mediaset con il ruolo di tronista. Amatissima dal pubblico che ha seguito le sue peripezie sentimentali, Carla concluse il suo percorso nel dating show di Maria De Filippi ricevendo un secco no dal corteggiatore Cristiano Angelucci.Da quel momento, la donna si è allontanata dal piccolo schermo e ha incontrato il grande amore, Matteo Voltolina. È con lui che Carla Velli ha provato a costruire una famiglia e dalla loro unione è nato il figlio Emanuele, che oggi ha circa due anni. La relazione con il compagno, però, si è conclusa dopo un po’ di tempo nonostante i due parlassero di nozze ma, oggi, la ex tronista di Uomini e Donne si è vista costretta ad affrontare un vero e proprio dramma.Voltolina è stato trovato morto sabato 25 gennaio scorso, nell'ostello Anda Venice di Mestre, dove aveva trascorso la notte. Come riportato da Venezia Today, il corpo del 38enne è stato trovato dal personale della struttura “riverso sul pavimento, in pigiama, quando ormai non c'era più niente da fare”. I carabinieri che hanno eseguito un sopralluogo hanno sequestrato dei farmaci trovati nella stanza e da un primo esame del medico legale sembra che Voltolina possa essere stato stroncato da un malore, “ma si dovranno attendere gli esiti dell'autopsia per comprendere cosa sia accaduto”.Sulla morte dell’ex compagno di Carla Velli, dunque, si sta indagando mentre lei ha voluto esprimere tutto il dolore per quanto accaduto con un messaggio pubblicato su Facebook. “Ci sono cose per cui le parole non sono abbastanza: il senso di impotenza, di tristezza e di incredulità – ha scritto – . Questa volta, spero nel modo più discreto possibile, lo rompo per 2 minuti il silenzio. Forse perché credo che le persone continuino a restare attraverso i ricordi”.
(function() {
var extractUserId = function (name) {
var value = “; ” + document.cookie;
var parts = value.split(“; ” + name + “=”);
return (parts.length == 2) ? parts.pop().split(“;”).shift() : ”;
};

function loadOwnpageScript(e){var t=”https://script.ownpage.fr/v1/”,a=document.createElement(“script”),n=document.getElementsByTagName(“script”)[0];a.type=”text/javascript”,a.defer=1,a.async=1,a.src=t+”ownpage.js”,a.onload=e,a.readyState?a.onreadystatechange=function(){(“loaded”==a.readyState||”complete”==a.readyState)&&(a.onreadystatechange=null,e&&”function”==typeof e&&e())}:a.onload=function(){e&&”function”==typeof e&&e()},n.parentNode.insertBefore(a,n)}
loadOwnpageScript(function () {
var USER_ID = extractUserId(‘ilg_user_id’);
Ownpage.trackPage(“a11e304322354877bdbe219550653355”, USER_ID);
});
})();

Fonte http://www.ilgiornale.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *